Dalle peggiori crisi nascono le migliori opportunità
Palestre di Successo

Dalle peggiori crisi nascono le migliori opportunità

marco montanino
Marco Montanino

E’ un periodo di crisi che in qualche modo ci mette davanti ad una scelta, quella di bloccarci inevitabilmente soprattutto se facciamo salire la paura che dà vita all’avvilimento e al delegare a qualcosa di più grande di noi e di esterno a noi, la bussola della nostra vita. Oppure abbiamo la possibilità di rimboccarci le maniche e far leva su quelli che sono i nostri valori. I valori e le passioni che erano parte di noi già prima che questo accadesse.

Alimenta le tue passioni

Le passioni che in questo momento di quarantena stiamo riscoprendo o la voglia che stiamo percependo di ricominciare, ci fanno vedere sotto un’ottica diversa quello che facevamo prima, dando un’importanza maggiore rispetto a quello che eravamo e che facevamo.

In questo momento siamo in fermo, per fare un esempio, un po’ come gli aerei negli hanger che anche se stanno bene hanno solo bisogno di assestamento e manutenzione, così è anche per noi. La quarantena è il nostro periodo di assestamento, un momento di riflessione, di scoperte, di conferme, sicuramente un momento di arricchimento che darà vita ad una rinascita.

Noi esperti del settore, la paura è legittima ma superabile la crisi è un’opportunità di trasformazione, dobbiamo viverla e manifestarla attraverso le nostre scelte, quello che è il nostro risveglio anche il risveglio di certi entusiasmi rispetto a quello che facciamo.

Risveglia la motivazione

Negli anni inevitabilmente capita che gli entusiasmi barcollano perché ci sono tanti fattori esterni che mettono a dura prova la nostra motivazione. Adesso è possibile osservare e riscoprire il valore per cui abbiamo iniziato quel percorso, riscoprire l’energia primordiale che possa dare la carica positiva. Una carica accumunata con tutti noi, per generare una risonanza di massa per far sì che dopo, sia per tutti noi meglio di come era prima.

Siamo sempre stati alle prese con la ricerca affannata di un tempo che non c’era, a stare sempre sul pezzo, alle ore di lavoro, a seguire i clienti, impegni vari, correre e sempre correre. Questo è il momento di riposare e ricaricare le batterie. Non è una vacanza, non si stacca la spina ma è il momento di accelerare il nostro focus e renderlo un lavoro mentale su di noi, visualizzando un obiettivo. In uno spazio ristretto e nel silenzio delle abitazioni, alimentiamo il nostro focus, curando ogni dettaglio, mettiamo a punto la nostra macchina per essere poi impeccabile con la speranza di creare una pista alternativa più fluida e più efficiente ed efficace.

Crescere passa anche da qui, da questo tempo, che se sfruttato bene ci porta solo occasioni in più.

Iscriviti alla Newsletter